Archivi tag: uragano Sandy

Bounty contro Sandy

Il Bounty era una replica del celebre veliero passato alla storia per l’ammutinamento avvenuto nel 1789. La copia venne realizzata per girare il film “Gli ammutinati” del Bounty di Lewis Milestone.

Il veliero Bounty, copia dell’originale costruito negli anni ’60 per il film “Gli Ammutinati del Bounty” ed usato in molti film come “Pirati dei caraibi”, è stato affondato dall’uragano Sandy.

La storia del Bounty sembra essere movimentata, sia parlando dell’originale che della copia, il primo famoso per l’ammutinamento del 1789 avvenuto da parte di 5 uomini che hanno coinvolto il resto dell’equipaggio facendo sbarcare il comandante William Bligh e i suoi 19 uomini rimastigli fedeli, a causa della brutalità e del dispotismo del suo comando nella sua lunga spedizione, la seconda, la copia costruita nel 1961 per catturare su pellicola le gesta di questo travagliato viaggio per Tahiti, ed utilizzata in molti film tra cui il più famoso e recente Pirati dei caraibi – La maledizione del forziere fantasma.

Purtroppo, anche la copia finisce soggetta a notizie e paparazzate, ma per un motivo più serio: la nave ha incontrato sul suo percorso l’uragano Sandy, che l’affonda e porta con sè un membro dell’equipaggio, una donna, la 42enne Claudene Christian, morta in ospedale dopo essere stata recuperata in mare priva di sensi, mentre il comandante Robin Walbridge risulta ancora disperso.

La nave era salpata dal Connecticut con a bordo undici uomini e cinque donne, tutti di età compresa fra i 20 e i 66 anni. I soccorsi sono giunti quando ormai della nave svettavano solo i pennoni, il resto era ormai sommerso, lentamente inghiottito dalle voraci acque al largo del North Carolina.

Valentino Chiarla

Obama vs Romney: il tema del lavoro al centro dell’uragano

Obama vs Romney è sfida aperta negli USA: il tema del lavoro e l’uragano Sandy gli argomenti principali della battaglia politica americana. A pochi giorni dal voto negli States impazza la guerra dei sondaggi, in attesa del verdetto finale.

A pochi giorni dal voto, negli Usa impazza la guerra dei sondaggi. Testa a testa fra il presidente Barack Obama e il candidato Mitt Romney. Il presidente in carica è in vantaggio in Virginia, Ohio e Florida, mentre il Colorado è ancora terra neutrale. I due candidati continuano a darsi battaglia, il tema del lavoro risulta il più importante di tutti: Obama coglie la palla al balzo: ”L’economia americana sta facendo progressi reali”, ha detto il presidente degli Stati Uniti infatti nel mese di ottobre in America si sono creati 171.000 nuovi posti di lavoro, è forse un caso per-elezione? Romney non molla e continua ad attaccare. Al rilancio dell’immagine di Obama a dispiacer mio, ci ha pensato anche l’uragano Sandy, il presidente con fermezza e determinazione ha gestito i soccorsi in maniera ottimale. Ormai tutto può accadere non ci resta che aspettare intanto potete consultare i web site di Obama e Romney in attesa del verdetto finale.

Hope

Post di Andrea Delbene