Archivi tag: spider-man

Paolo Data – Hanno ucciso l’Uomo Ragno

Tanti conoscono Peter Parker, alias Spider-Man, ma pochi a quanto pare conoscono le vere storie dell’Uomo Ragno e molto probabilmente il regista dell’ultimo film a lui dedicato è uno di questi.

Leggo fumetti fin da quando ho imparato a leggere. In particolare uno: Spider-Man, o L’Uomo Ragno come il titolo del fumetto italiano. Da subito mi sono innamorato del personaggio e delle sue storie, uniche e indistinguibili da quelle degli altri supereroi.

La locandina di “Spider-Man”
Fonte: mymovies.it

All’uscita del primo film di Spider-Man, nel 2001, diretto da Sam Raimi, la mia euforia era alle stelle. Lo andai a vedere al cinema e rimasi a bocca aperta per tutto anche se alcune dissonanze con la trama storica mi fecero storcere un po’ il naso ma poco importava, era la perfetta trasposizione cinematografica di come mi ero sempre immaginato il mio personaggio preferito.Nel 2004 esce Spider-Man 2, e qui Raimi si supera, proponendo un seguito ancor più bello e coinvolgente del primo. Il 2007 è il turno del 3° capitolo, Spider-Man 3 che già incomincia a risentire il peso degli altri 2. Sembra quasi che tutto debba essere messo lì a forza e ne esce fuori un’accozzaglia di storie e vicissitudini in un solo film, che però riesce ancora a stupire e a mantenere incollati allo schermo soprattutto gli appassionati come me.

In attesa del 4° capitolo nella speranza che si dia una svolta alla serie inserendo i personaggi non ancora sfruttati nei film precedenti, vengo a sapere che il cast si scioglie e che la Columbia Pictures, casa di produzione della pellicola, a causa di divergenze creative, decide di realizzare un completo riavvio della saga, affidando la regia a Marc Webb.

Passati la delusione i dubbi iniziali, mi sprono a valutare questo nuovo film come un modo per far vedere veramente al pubblico com’è la storia di Spider-Man senza le piccole correzioni effettuate nel primo capitolo della trilogia di Raimi.

La locandina di
“The Amazing Spider-Man”
Fonte: mymovies.it

Mi sbagliavo. Webb con Spider-Man ha solo in comune la ragnatela che porta scritta nel cognome.

La mia esperienza al cinema di The Amazing Spider-Man si ferma all’estasi dalla cura dei dettagli grafici e degli effetti speciali. E’ amazing per gli occhi, quello sì, ma per il resto ho visto un film creato a piacere del regista e dello sceneggiatore, senza tenere in alcun modo conto della vera trama del fumetto. Sono sì stati inseriti quei personaggi che mancavano nel film di Raimi, ma solo come contorno perchè in compenso sono state inventate totalmente tutte le altre scene che compongono l’intera storia. E soprattutto Peter non è quello magicamente creato da Stan Lee, ma è un falso richiamo ai prototipi moderni

Arrivi al punto di chiederti come mai un film tratto da un fumetto debba essere per forza realizzato senza tener minimamente conto dei veri eventi narrati nelle storie originali. Scelte registiche, sì ma che rovinano la magia della controparte cartacea.

E’ troppo difficile girare le scene così come sono state descritte nei fumetti, senza inventarsi cose assurde che stravolgono la trama e che non servono a nulla?

Perché un regista che fa un film tratto da un libro o un fumetto deve per forza cambiare tutto quello che c’è già raccontato solo perché gli va a genio a lui?

Capisco i tagli, capisco l’adattamento dei personaggi agli attori, capisco le ambientazioni ricreate in modo simile ma non perfetto, capisco le scene girate con un tocco personale, ma la trama, le storie, quello che fa di un opera la bellezza totale, perché deve essere cambiata con situazioni, dialoghi, intere sequenze completamente inventate e fuori tema?

Tanto vale fare un film su Spider-man se poi di Spider-Man c’è solo il costume rossoblu, e per altro neanche quello originale.

Si chiama Casa delle Idee, la Marvel, perché le idee le aveva e le ha buone e le utilizzava per appassionare e emozionare. Quelle degli ultimi tempi, invece, sono solo una brutta copia usate per incassare soldi. Vi chiederete quindi se al 5° film di Spider-Man io sarò al cinema durante la prima in sala.

La risposta è: naturalmente sì.